L'ulivo e i suoi frutti, l'albero dal fascino antico

Vari miti raccontano dell'origine e della diffusione dell'olivo, uno dei più famosi narra della disputa per il possesso dell'Acropoli tra Poseidone e Atena (Minerva per i Romani) alla quale pose fine Zeus decidendo che tra i due avrebbe vinto chi avesse creato qualcosa di utile per l'umanità: la vittoria fu aggiudicata alla dea che diede vita alla prima pianta dell'olivo.

La storia dell'olivo è legata alla nascita delle più importanti civiltà occidentali: inizia ad essere coltivato, infatti, sulla costa siro-palestinese circa 6.000 anni fa. Da allora viene curato e selezionato fino a divenire fondamentale nell'economia di Mesopotamia, Egitto, Anatolia, Grecia e Impero Romano. Sotto l'olivo si narra sia nato Apollo, che viene come l'alloro e la palma a lui associato, e sua sorella Artemide: forse non è un caso se la dea della bellezza nasca proprio sotto la pianta produttrice del sacro frutto, già nel mondo greco utilizzato per la cura del corpo.

A testimoniarci la sacralità dell'olivo non è solamente la mitologia, ma anche i testi biblici, infatti l'albero dell'olivo, tra tutti quelli del Paradiso Terrestre, rappresenta l'albero della vita. Questa sacralità ritorna anche nella tradizione cristiana: una colomba che ne porta un ramoscello nel becco annuncia a Noè la fine del diluvio universale e diventa simbolo universale della pace.
Resta sempre aggiornato sui nostri prodotti

SEGUICI SU  

Facebook Granata Olive Instagram Granata Olive